Metà Giugno,

ho effettuato ieri l’ottavo trattamento ai miei vigneti, mai fatti così tanti. Finalmente il tempo si è ristabilito e fa caldo. Il pericolo di infezioni da Peronospora sulle viti è diminuito (inizierà quello di Oidio!) Non avevo mai visto un attacco così virulento di questo patogeno, ma con una primavera così piovosa era prevedibile.  

Facendo una ricognizione per quantificare il danno ho potuto anche fare una comparazione coi vigneti limitrofi. A sinistra ho un vigneto a conduzione Tradizionale, con diserbo chimico e trattamenti con prodotti Sistemici, cioè che entrano nel sistema linfatico della pianta e pertanto riescono anche a curare parzialmente la pianta già ammalata.

A destra invece c’è un vigneto abbandonato da diversi anni. La cosa che mi ha sorpresa molto è che tutti e tre hanno subito in modo massiccio ma simile la Peronospora sulle foglie primarie e su numerosi grappoli con la forma larvata.

Cosa dedurne? Forse che i trattamenti non sono stati tempestivi causa la pioggia quasi giornaliera.  

Quindi : i miei trattamenti Biologici con Sali di Rame che sono solo di copertura vengono annullati come non li avessi mai fatti (al pari del vigneto abbandonato) quando il patogeno trova spazio, e capirò solo più avanti quanto siano“curativi”i prodotti Sistemici osservando il vigneto Tradizionale.

MetaG1 MetaG1 MetaG1
Copyright © 2015 Kurt Luks All Rights Reserved. Joomla! 3.7.2 Stable